Grupo Modelo

  • NOME
    Grupo Modelo
  • FONDATA NEL
    1925
  • NAZIONALITA'
    Messico

LA STORIA

L'8 marzo 1922 un gruppo di 25 imprenditori, banchieri ed esperti d'industria originari della Spagna, iniziarono a progettare l'apertura di un birrificio a Città del Messico. Il 25 ottobre 1925 viene inaugurata la Cerveceria Modelo S.A. , il cui edificio sorgeva nel quartiere di Santa Julia del comune di Tacuba, cittadina oggi accorpata a Città del Messico[5]. Furono eletti Braulio Iriarte come primo presidente e Francisco Cilveti Ilarregui come vicepresidente[1]. La produzione comprendeva la Modelo, una pilsener e la Corona, una american adjunt lager, ideata un mese dopo. Nel 1926, i fratelli Oyamburu coinvolsero il loro amico e socio in affari Pablo Díez Fernández, un imprenditore leonese con cui possedevano una fabbrica di levito a nord di Città del Messico. Nel giro di due anni le vendite aumentarono fino a 8 milioni di bottiglie annuali, grazie anche alle conoscenze con la comunità iberica di Città del Messico. Nel 1930 l'azienda lancia la Negra Modelo, una variante dunkel della Modelo; nello stesso anno, Pablo Díez diventa direttore generale e porta avanti la proposta di espansione della fabbrica, espansione che avverrà nel 1931 rendendo la Modelo il più grande e moderno birrificio messicano dell'epoca. Nel 1932 morì il presidente Iriarte e, gli eredi, preferirono abbandonare il progetto vendendo le quote azionarie dell'azienda a Martìn Oyamburu e a Pablo Diez, il quale prese il posto di presidente; i due soci, divenuti maggioritari, concordarono che, allorquando uno dei due avesse avuto la possibilità di acquisire le quote dell'altro, il secondo avrebbe dovuto cedergliele (i fratelli Oyamburu lascairono l'impresa qualche anno dopo ma non sono note le ragioni). I cambi di direttivo, unitamente al periodo di recessione economica, misero in difficoltà il birrificio. La strategia di distribuzione capillare tramite agenzie, acquisizione e espansioni mirate ideata da Martìn Oyamburu e Diaz, unitamente alle capacità amministrative di quest'ultimo , però, salvarono l'azienda dalla bancarotta. Nel 1933 la rete di distribuzione si espande agli Stati Uniti, sebbene solo tramite delle vendite sporadiche e dirette. Il 1935 fu un anno di grandi novità per l'azienda: infatti la Modelo cominciò a produrre in proprio le bottiglie di birra, l'azienda lanciò sul mercato la birra Moravia e i fratelli Oyamburu conclusero l'acquisto della Compañía Cervecera de Toluca y México, il secondo birrificio birrificio più antico del Messico, produttrice di varie birre fra cui la Victoria Quello stesso anno, la birra Corona risultò essere la birra più venduta del Messico. Nel 1954 furono acquisite altre due aziende, Cervecería del Pacífico e la Cervecería La Estrella, proprietarie rispettivamente delle birre Pacifico e Estrella. nel 1956 la Modelo risulta prima per produzione, arrivando al 31,6% della birra prodotta in Messico, la produzione delle rivali Cuauhtemoc e Moctezuma. Nel 1958 fu inaugurato il secondo stabilimento della Modelo, situato a Guadalajara, a capo del quale fu posto Antonino Fernández Rodríguez, parente acquisito di Diaz e impiegato nel birrificio sin dal 1949. nel 1960 la società acquisì la maggioranza dell'impresa Inversiones y Fomento del Noroeste, società dei fratelli Victor e Rodolfo Gonzales, già proprietari del birrificio Mexicali; con l'acquisizione, la Modelo divenne proprietaria di un impianto a Ciudad Obregón, rinominato Cervecería Modelo del Noroeste. Un altro impianto, quello di Torreòn, derivante dalla liquidazione della Compañía Cervecera de la Laguna venne acquisito nel 1967. dal punto di vista produttivo, invece, venne lanciata, nel 1966, la Modelo Especial, la prima birra in lattina dell'azienda. Nel 1971 Pablo Diaz lasciò la carica di presidente, carica che passo a Antonino Fernández. Nel 1976 comincia l'esportazione formale della birra corona negli Stati Uniti: vi furono però dei problemi legali con un'azienda portoricana che deteneva i diritti di una birra omonima: la diatriba ebbe termine nel 1985, con l'acquisizione di tali diritti da parte della Modelo. Le aziende incaricate dell'importazione sul suolo messicano furono la Gambrinus di San Antonio, la quale si occupava degli Stati Uniti orientali e, dal 1978 la Barton, sussidiaria della Constellation Brands, per l'area occidentale. Nel 1979, l'azienda acquisì la Cervecería Yucateca di Mérida, proprietaria dei marchi Motejo e Leòn. Nello stesso anno ebbero inizio i lavori di costruzione dell'impianto di Tuxtepec, che si conclusero nel 1984 con l'inaugurazione dell'impianto Compañía Cervecera del Trópico, e la fondazione della malteria Cebadas y Maltas a Tlaxcala. Verso al fine degli anni settatanta ci fu anche la prima riorganizzazione delle aziende e delle filiali di proprietà dell'azienda con la creazione di tre società: la "Doblo", holdin di tutte le fabbriche della Modelo, la "Consorcio distributivo" società proprietaria delle azione dei distributori e "Expansión Integral", compagnia che controllava i prodotti immobiliari. Nel 1985 cominciarono le esportazioni verso alcuni paesi di Europa e Africa, l'Australia, la Nuova Zelanda, il Giappone e il Canada; quattro anni vennero raggiunte anche Grecia, Paesi Bassi, Germania, Belgio, Hong Kong e Singapore. Nel 1991 si iniziò a integrare sotto un'unica società, dal nome "Grupo Modelo", tutte le aziende sia di produzione e distribuzione sia delle aziende sussidiarie con azioni rappresentative del capitale sociale. nel 1993 la Anheuser-Busch, con cui aveva già rapporti sin dal 1989 per la distribuzione sul mercato messicano, entra nell'azionarato acquisendo, per 477 milioni di dollari il 17,7% della società e nel febbraio del 1994 il Grupo Modelo divenne una società pubblica collocando il 13% del capitale sociale nella borsa messicana. Nel 1994 hanno inizio i lavori di costruzione della Compañía Cervecera de Zacatecas, a Calera, l'impianto più grande del mondo, con una capacità di circa 24 milioni di ettolitri annuali, la cui inaugurazione avverrà tre anni più tardi. Nel 1996 l'azienda rinnova il contratto di importazione Nel 1997, Antonino Fernández lascio il posto di amministratore delegato al vicepresidente del consiglio di amministrazione e pronipote del fondatore, l'ingegnere Carlos Fernández González, mantenendo solo il ruolo di presidente del consiglio d'amministrazione. Nello stesso anno la Anheuser-Busch aumenta l'investimento nella azienda messicana sino a 1,6 miliardi, raggiungendo il 50,2% della partecipazione azionaria e la corona diventa la birra più importata nel mercato statunitense. nel 2002 comincia la costruzione del primo impianto di proprietà del Grupo Modelo al di fuori del Messico, una malteria in Idaho Falls, i cui lavori saranno conclusi nel 2005. Nel giugno del 2012 la Anheuser-Busch InBev, proprietaria del 50,4% delle azione del Grupo Modelo, lancia la proposta di 20,1 miliardi di dollari per l'acquisizione completa della società. Il 18 aprile del 2013 l'ufficio antitrust del dipartimento di giustizia americano dà il via libera all'operazione e la società belga diviene proprietaria del Grupo Modelo.

Drag View Close play
0%